Ministeri a Monza. Finocchiaro: “Ora finiamola con le boutade leghiste”

Pubblicato il 19 ottobre 2011 16:56 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 18:36
Anna Finocchiaro

Anna Finocchiaro (Foto LaPresse)

ROMA, 19 OTT – ”Dopo il falso federalismo fatto a colpi di tagli agli enti locali, anche l’ennesimo regalo concesso alla Lega, cioè l’assurda apertura a Monza di sedi distaccate dei ministeri, si è rivelato per quello che era: una patacca. Una patacca anche per gli italiani, che hanno dovuto sopportarne il costo. Ed è assurdo che Calderoli si ostini in un’inutile propaganda che serve solo per sedare le beghe interne”. Lo dice Anna Finocchiaro, presidente del gruppo del Pd al Senato.

”È ora di finirla – prosegue Anna Finocchiaro – con questa storia dei ministeri e anche con la questione della ‘milanesità’ del futuro governatore di Bankitalia e con stupidaggini del genere. Questo governo si deve occupare di cose serie. La nomina del successore di Draghi è sicuramente una questione di primaria importanza, che deve essere sottratta ai ricatti della maggioranza, per di più infantili. Sarebbe ora di farla finita con le boutade leghiste”.