Ministeri al Nord: Napolitano scrive i suoi dubbi a Berlusconi

Pubblicato il 26 Luglio 2011 20:47 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2011 21:23

ROMA – Sull’argomento del decentramento dei ministeri Pdl e Lega si sono azzuffati, poi la scorsa settimana la fastosa inaugurazione ma ora arrivano già le perplessità di Giorgio Napolitano: il presidente della Repubblica si dice “preoccupato” per lo spostamento di tre ministeri da Roma a Monza.

Il capo dello Stato ha scritto a Silvio Berlusconi dicendosi “preoccupato” dal decentramento. Attraverso una breve nota diffusa in serata, il Quirinale ha fatto sapere che il presidente della Repubblica “ha inviato al presidente del Consiglio una lettera contenente rilievi e motivi di preoccupazione sul tema, oggetto di ampio dibattito, del decentramento delle sedi dei Ministeri sul territorio”.

Una lettera che è stata ricevuta ”con grande attenzione e rispetto” dal presidente del Consiglio. Con queste parole il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti ha commentato la missiva inviata dal Capo dello Stato al premier sul decentramento dei ministeri. Per domani, secondo quanto si apprende, ci dovrebbe essere la risposta del governo ai rilievi del presidente della Repubblica.

Ha colto subito la palla al balzo il finiano Italo Bocchino: “Napolitano con i suoi rilievi e la sua preoccupazione, esprime lo sdegno dell’intera nazione per l’autentica pagliacciata dell’apertura delle sedi ministeriali a Monza”.