Minturno (Latina), il sindaco e la delega a un esponente di Casapound

Pubblicato il 17 Dicembre 2012 18:26 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2012 18:26

Minturno (Latina), il sindaco e la delega a un esponente di Casapound

LATINA – Nel Comune di Minturno, in provincia di Latina, la delega per le politiche abitative e il mutuo sociale è andata a Marco Moccia, esponente di Casapound, movimento di estrema destra. Cosa che non è passata inosservata in una cittadina premiata con la medaglia d’oro per la Resistenza. L’Anpi, l’associazione partigiani, la Cgil, Sel hanno protestato con un apposito sit-in il 16 dicembre scorso. Varie sigle hanno firmato questo appello al sindaco perché ci ripensi:

Caro Sindaco Paolo Graziano, consideriamo la sua scelta di affidare la delega per le “politiche abitative e mutuo sociale” ad un giovane aderente di Casapound, un’inaccettabile e pericolosa apertura di credito verso l’estrema destra. Con la Sua decisione, Lei offre garanzie e protezioni istituzionali ad un’associazione di chiara ispirazione fascista, responsabile di aggressioni e di violenze politiche, ben documentate dalla stampa e dai media. Come certamente Lei saprà, il nostro Comune è stato insignito della Medaglia d’Oro al valore civile per aver subito durante l’ultima guerra mondiale, posizionato sulla linea Gustav, vessazioni durissime che hanno colpito la sua popolazione inerme, vittima di gravi privazioni, violenze, deportazioni e di rappresaglie. E, per preservare ed onorare la memoria di queste migliaia di vittime innocenti, chi ancora oggi inneggia – come fa Casa Pound – ai responsabili di tanta violenza, definendosi “fascista del terzo millennio” ed ispirandosi a Benito Mussolini, andrebbe allontanato dalla vita istituzionale di questo Paese, come per altro previsto dalla nostra Costituzione repubblicana, che Lei ha giurato di osservare e rispettare il giorno del Suo insediamento. Per questo motivo torniamo a chiederLe che Casa Pound non riceva spazio nelle istituzioni del nostro Comune e che Lei esprima senza riserve la Sua ferma condanna verso ogni forma di organizzazione o associazione di ispirazione fascista. Il Comitato organizzatore del Presidio antifascista del 16 dicembre a Minturno. Aderiscono: A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) C.G.I.L., U.S.B. Giustizia, Sinistra Ecologia e Libertà, Partito Democratico, Federazione dei Verdi, Partito della Rifondazione Comunista, Partito dei Comunisti Italiani, Fronte della Gioventù Comunista, Osservatorio Golfo Antifascista, Sud Pontino Social Forum, Collettivo Teatrale Bertold Brecht, A.Ge.Sp. Onlus, Forum pontino diritti e beni comuni, Comitato antinucleare Garigliano, Comitato cittadino Acqua bene comune, Partito socialista Italiano