Manovra. Regioni ed Enti locali: “Berlusconi ci convochi al più presto”

Pubblicato il 30 Giugno 2010 20:31 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2010 21:25

Un incontro urgente con il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ”in nome di una leale collaborazione, per giungere alla definizione condivisa delle misure riguardanti le autonomie territoriali da inserire in sede di conversione del decreto legge 78 del 2010”. Questa la richiesta finale presentata al termine di una riunione congiunta dalla Conferenza delle Regioni, Anci, Upi e Uncem.

”Per quanto ci riguarda – ha spiegato il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, nel corso di una conferenza stampa – vogliamo tutti fare la nostra parte fino in fondo. Oggi abbiamo incontrato anche le forze sociali e abbiamo espresso loro le nostre preoccupazioni, perché è evidente che sui territori sta crescendo la consapevolezza della gravità dei tagli e la preoccupazione per il futuro del Paese. Le nostre organizzazioni – ha ribadito Errani – ribadiscono la convinta disponibilità a contribuire al contenimento della spesa pubblica e al rispetto dei saldi finanziari contenuti nella manovra”.

Ad auspicare l’incontro  “in tempi compatibili per l’approvazione della manovra finanziaria 2010-2012”. anche il presidente dell’Anci e primo cittadino di Torino, Sergio Chiamparino, intervenendo al termine della conferenza stampa indetta dalle Regioni e dagli enti locali. ”Noi tutti – ha sottolineato – vogliamo fare un accordo con il governo e stringere insieme un patto di responsabilità per affrontare la crisi. La manovra però – ha sottolineato – deve essere rimodulata”.