Monica Lozzi, prima candidata sindaco di Roma con Italexit di Gianluigi Paragone

di Daniela Lauria
Pubblicato il 23 Luglio 2020 15:04 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2020 15:04
Monica Lozzi, prima candidata sindaco di Roma con Italexit di Paragone

Monica Lozzi, prima candidata sindaco di Roma con Italexit di Gianluigi Paragone

Primo nome in corsa per il Campidoglio. E’ Monica Lozzi, presidente del Municipio VII di Roma, candidata sindaca di Roma con Italexit di Gianluigi Paragone.

Monica Lozzi, uscita oggi dal Movimento 5 Stelle, correrà per la poltrona di sindaco a Roma con una sua lista civica sostenuta da Gianluigi Paragone, altro fuoriuscito dal Movimento. A confermarlo all’Agi è la stessa candidata.

Da un paio di anni Monica Lozzi è apertamente critica con la gestione del Campidoglio portata avanti da Virginia Raggi. 

La presidente del Municipio VII è stata tra le principali contestatrici interne dei 5 Stelle, ragion per cui ha lasciato il Movimento.

Più volte Lozzi aveva chiesto primarie in cui eventualmente competere per sfidare la sindaca in vista delle elezioni del prossimo anno in Campidoglio.

“Oggi è il giorno in cui esco dal Movimento 5 Stelle – ha scritto su Facebook – Non si può essere testimoni in prima persona dell’abbandono totale dei territori e del loro attivismo e far finta di niente”.

“Non si può essere parte e spettatore silente di un gruppo nato sui principi della valorizzazione del merito, della crescita culturale, della partecipazione dei cittadini, della trasparenza, della democrazia e ritrovarsi a sostenere un partito del meno peggio”.

Un partito, “in cui l’apparire vince sull’essere, l’informazione è divenuta una mera propaganda funzionale a trasformare i cittadini in fan dei più famosi, la democrazia interna si è rivelata una cieca oligarchia e una comunità anti sistema è diventata un centro di potere asservito con la sola finalità di preservare alcune posizioni personali raggiunte”.

“Esco da un partito che ha disatteso gran parte delle sue istanze illudendo i cittadini di poter e voler davvero cambiare le cose in questo Paese”.

“Esco da un simbolo che lascio a quei pochi che forse ne usufruiranno in futuro, portando con me quei principi e quei valori funzionali ad una politica vera al servizio della collettività di questo Paese”.

“Continuerò a svolgere, con il sostegno della maggioranza, il ruolo di Presidente del Municipio VII di Roma nel rispetto del programma elettorale con cui sono stata eletta”, conclude Lozzi. (Fonte: Agi).

Paragone presenta nuovo partito e lancia Monica Lozzi per Roma

“Manca in Italia un partito che chieda l’uscita dell’Italia dall’Unione europea e dall’unione monetaria”.

Con queste parole Gianluigi Paragone, ex M5s, ha presentato il suo nuovo partito “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”, cogliendo l’occasione per lanciare anche la candidatura di Monica Lozzi per Roma.

“Siccome tutti pensano di correggere l’Europa, a loro faccio tanti auguri ma penso che una maionese impazzita non si possa recuperare”, sostiene Paragone.

“Noi invece vogliamo fare un’offerta politica diversa, anche radicale, è un modo di far esprimere gli italiani su questo progetto su cui finora nessuno si è mai potuto esprimere”.

“Noi veniamo dallo stesso percorso, anche se io sono stata nel movimento da dieci anni – ha spiegato Lozzi – Il M5s ha sempre parlato in maniera critica dell’Europa”.

“Il discorso dell’Europa ha delle ricadute importanti nei nostri territori – prosegue – E noi lo vediamo: dopo il Covid c’è stato un aumento del 30% di chi viene a chiedere aiuti economici al territorio. Nel Movimento non ho trovato questa voglia di confronto”.

“Come Municipio abbiamo portato a casa gran parte del programma elettorale, ma abbiamo maturato una visione di città importante e la vogliamo proporre con una nostra lista civica”, conclude Lozzi. (Fonte: Ansa).