Montezemolo: “La gente non crede alle promesse del governo”

Pubblicato il 18 Marzo 2011 15:25 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2011 15:44

ROMA – ”Le donne sono scese in piazza. Più di un milione in molte città, senza un partito politico alle spalle. Non aggressive. Non hanno detto: ‘vogliamo cacciare Berlusconi’. Hanno però dimostrato di esserci, che bisogna fare i conti anche con loro, che la situazione delle donne in Italia non è più accettabile. La gente non crede alle promesse del governo, ora si guarda a quello che è stato fatto davvero”.

E’ uno dei passaggi dell’intervista rilasciata dal presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo al magazine tedesco Sueddeutsche Zeitung Mag. ”Berlusconi – ha aggiunto – ha la straordinaria capacità di creare consenso e la sua popolarità è ancora molto alta. Dovremmo concentrarci sulle cose positive che ha raggiunto il suo governo. D’altra parte, credo, che il desiderio di riforma stia crescendo tra la gente. Gli italiani sono stanchi delle dispute interminabili ed inutili tra i leader politici nel corso degli ultimi 25 anni, mi spiace”.

”Negli ultimi 15 anni – ha detto Montezemolo – la tendenza degli italiani all’individualismo si è ulteriormente rafforzata. Questo corrisponde all’immagine dello stesso Berlusconi: lui vuole essere presidente del Consiglio, ma non è sempre disposto a prendere decisioni impopolari. Tuttavia, questo è talvolta essenziale per il bene comune”.