Monti: “Il governo Berlusconi ha tagliato fondi ai disabili”

Pubblicato il 28 Gennaio 2013 22:36 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2013 22:38

Mario Monti (foto Ansa)

ROMA – Mario Monti ancora contro Silvio Berlusconi. Stavolta il terreno di scontro sono i fondi ai disabili e Monti,  visitando la ‘Trattoria degli amici’, il ristorante organizzato dalla comunità di Sant’Egidio, che fa lavorare persone con disabilità, attacca: ”Un anno fa  il fondo per la non autosufficienza era stato azzerato dal precedente governo, nel 2008 i fondi erano 300 milioni e nel 2012 è stato deciso l’azzeramento. Il nostro governo, con l’ultima legge di stabilità, ha riaperto una voce da 200 milioni”.

Lo stesso premier ha ammesso che non si tratta di una ”grande cifra” ma che in una situazione finanziaria ”cosi’ grave” è stato il massimo che si poteva fare.

Il premier ha visitato la struttura lodando gli sforzi della comunità di Sant’Egidio e definendo il ristorante un’attivita’ ”d’eccellenza”. C’e’ stato anche il modo di ironizzare con alcuni ospiti della comunita’. A Mirko, un ragazzo disabile che si occupa delle esposizioni artistiche, che gli spiegava come il tema della ultima mostra di quadri fosse ”la crisi nelle crisi”, il professore ha risposto ironico: ”Siamo tutti nella stessa barca…”.

Monti ha detto di voler prendere esempio dalla iniziativa: ”Qui si misura la capacita’ di uscire dalla crisi, anche quella piu’ estrema, insieme e in amicizia”.

Il premier ha infine ricordato come attraverso la lotta all’evasione fiscale e riforme come la riduzione del numero dei parlamentari si possano recuperare quelle risorse necessarie a migliorare l’assistenza per i disabili, fondi che, ha sottolineato, ”potranno aumentare in futuro” grazie alle somme recuperate all’evasione ed essere così destinati ai servizi di domiciliazione e all’assistenza delle persone in difficoltà potenziando ad esempio le case famiglia che consentono di garantire un futuro per chi rischia di rimanere solo avendo i genitori anziani.