Monti e la spending review: “Nessun taglio lineare, risparmi di 10 mld nel 2013”

Pubblicato il 6 Luglio 2012 1:31 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2012 2:19

ROMA – Il governo ha deciso di “scartare la via più semplice dei tagli lineari per accingersi su quella più complessa, ma strutturalmente più proficua, dell’analisi della struttura della spesa”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, illustrando il decreto della spending review varato in nottata dal Consiglio dei Ministri.

Secondo Mario Monti l’intervento previsto dal decreto della Spending Review “vale circa 4,5 miliardi nel 2012. Le misure varrebbero oltre 10 miliardi (di risparmi) nel 2013. Secondo il premier inoltre la Spending review garantirà per le aree dell’Emilia Romagna colpite dal terremoto “1 miliardo nel 2013 e 1 miliardo nel 2014″.

”Tutti i ministri hanno dato prova di un grandissimo senso di responsabilità – ha detto Monti – nel dare il loro contributo a questa missione collettiva che punta a una maggiore razionalizzazione e efficenza”.

Nelle prossime settimane, ha inoltre annunciato Monti, sarà emanato un ulteriore decreto sulla spending review che riguarderà ”le agevolazioni fiscali e la revisione strutturale della spesa e dei contributi pubblici, sulla base delle relazioni fatte da Amato e Giavazzi”.