Moratti: “Non mi scuso, Pisapia non rinnega il passato”

Pubblicato il 13 Maggio 2011 8:38 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2011 8:47

ROMA – ''Pisapia si presenta come la forza gentile ma non ha mai rinnegato i suoi trascorsi extraparlamentari, non ha preso le distanze dagli episodi di violenza in piazza, dagli scioperi selvaggi o dalle occupazioni abusive dei centri sociali''. Sono le parole del sindaco di Milano e candidata del Pdl, Letizia Moratti che, intervistata dal Corriere della Sera, non retrocede dalle sue posizioni e non si scusa per aver accusato, durante un confronto televisivo, il candidato dell'opposizione. ''Io ho il massimo rispetto, da sempre, per le istituzioni'', sottolinea Moratti, che poi obietta: ''sono sopra le parti se critico i manifesti di Lassini e se parlo dei trascorsi di Pisapia si scatena un putiferio?''. Il sindaco uscente, inoltre, ricorda di essere stata attaccata dal candidato della sinistra. ''Pisapia mi ha accusata di essere serva del padrone e schiava dei poteri forti – aggiunge il sindaco – . Forse perche' sono una donna in politica non posso agire con decisione e dire cio' che penso, rivendicare una mio identita' ben diversa dalla sua?''. La candidata non intende scusarsi, al massimo e' ''dispiaciuta per il fatto che il mio pensiero sia stato interpretato diversamente da come avrebbe dovuto essere''.