Agenda Napolitano: h. 9,30 Grillo in cravatta, 11,30 Berlusconi, 18 Bersani

Pubblicato il 21 Marzo 2013 - 09:17| Aggiornato il 26 Ottobre 2022

ROMA – Agenda Napolitano: h. 9,30 M5S con Grillo, 11,30 Pdl con Berlusconi, 18 Bersani. Secondo giorno di consultazioni al Quirinale. Quello dei big. L’agenda di Napolitano è così organizzata:

ore 9,30, M5S. Il fustigatore dei partiti, l’anti-politico per eccellenza Beppe Grillo guida la delegazione stellata, formata dai due capigruppo Crimi e Lombardi. E va ad incontrare l’uomo con il cursus honorum più ricco, la carriera parlamentare più longeva, il prototipo dell’homo politicus. Non partecipa Gianroberto Casaleggio, il guru del movimento. Grillo ribadirà che non M5S non voterà la fiducia a nessuno dei partiti, tantomeno a Bersani ma chiederà al Capo dello Stato, piuttosto, di formare un governo  Stelle.

ore 11,30, Pdl. Ieri la Lega ha confermato la lealtà verso la sua coalizione. La delegazione Pdl sarà guidata da Berlusconi, accompagnato dal segretario Pdl Alfano, dai capigruppo Brunetta e Schifani. Chiederanno un governo di “concordia nazionale” Pd-Pdl ma con esclusione dei centristi di Monti.

ore 18, Pd. Il Pd si presenterà per ultimo. Bersani, accompagnato da Zanda e Speranza, proverà a convincere il presidente della Repubblica ad affidargli un mandato pieno per costruire il “governo del cambiamento” con chi ci sta (al Senato dovrà cercarsi una fiducia). Il segretario Pd intende coinvolgere i centristi e spezzoni parlamentari 5 Stelle attraverso l’enunciazione di un programma sintetico fondato su poche cose perseguibili e attraverso la nomina di personalità che non siano dirette emanazioni politiche dei partiti.