Napolitano in Siria: “Preoccupato per nuovi insediamenti a Gerusalemme Est”

Pubblicato il 18 Marzo 2010 12:06 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2010 12:06

Giorgio Napolitano

«Siamo molto preoccupati per i nuovi insediamenti a Gerusalemme Est e per le conseguenze che possono scaturire», lo afferma il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al termine dei colloqui con il presidente della Bashar Al Assad in Siria, parlando degli equilibri mediorientali e in particolare del ruolo di Israele. Inoltre il capo dello Stato ha affermato che la restituzione dei territori e la restituzione del Golan «è parte del processo di pace».

Napolitano, confermando che «lo stato delle relazioni tra l’Italia e la Siria è eccellente e ci sono ulteriori margini per rafforzarle sul piano economico e culturale», auspica «la stipula di un accordo soddisfacente sia per la Siria sia per l’Unione Europea». Il capo dello Stato sottolinea inoltre la necessità che «l’accordo sia nel pieno rispetto dell’indipendenza e dell’autonomia della Siria», nonché la necessità che «corrisponda al reciproco interesse delle relazioni commerciali».