Napolitano: “Troppe liti, c’è anche Italia positiva”

Pubblicato il 4 Dicembre 2009 12:47 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2009 12:47

«I mezzi di comunicazione e noi stessi che lavoriamo nelle istituzioni siamo spesso troppo assorbiti dai comportamenti litigiosi o comunque poco cooperativi che caratterizzano la nostra società politica e non guardiamo con sufficiente attenzione alle espressioni della nostra società civile», ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano salutando il mondo del volontariato al Quirinale.

Poi il capo dello Stato sposta l’attenzione sul sociale: «Non solo occorre non togliere ossigeno al mondo del volontariato garantendogli le risorse, bisogna anche alleggerirlo da gravami burocratici».

Ad ascoltare gli esponenti del Terzo settore è il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi che, da parte sua ha annunciato lo sbocco entro fine anno dei finanziamenti del 5 per mille e la copertura per il 2009 insieme alla definizione delle modalità per usufruirne.

Un impegno “molto apprezzato” dal capo dello Stato che ha sollecitato l’iter di proposte di legge già all’esame del Parlamento che puntano a rivedere «un quadro normativo diventato eccessivamente complesso, per un verso invasivo e per un altro confuso».

Il volontariato, ha concluso, merita attenzione perché non è un’attività qualsiasi, ma «è linfa vitale e costituisce un elemento distintivo della nostra democrazia e del nostro vivere civile».