Nardò, candidato Pd escluso al primo turno: al ballottaggio col Pdl

Pubblicato il 25 Maggio 2011 12:51 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2011 12:51

NARDO’ (LECCE) – Il candidato sindaco del Pd manca per un soffio l’obiettivo del ballottaggio e allora passa con la “concorrenza”. E’ accaduto a Nardò (Lecce), dove il candidato del Pd al primo turno, Giancarlo De Pascalis, a ballottaggio ha deciso di sostenere la candidata del Pdl Maria Rosaria Bruno.

La vicenda ha scatenato un caso nel Pd pugliese, che ora invita a votare il candidato sindaco sostenuto da Udc, Io Sud e Sel.

De Pascalis, di professione architetto, al primo turno, sostenuto da Pd e quattro liste civiche, si è fermato al 28.8%, al terzo posto dietro il candidato del Pdl, Maria Rosaria Bruno (31.2%), e quello di Terzo polo e Sel, Marcello Risi (29.7%).

I vertici locali del partito (il segretario regionale Sergio Blasi, quello di Lecce Salvatore Capone e il sindaco di Bari Michele Emiliano) hanno reagito con indignazione alla notizia: “De Pascalis ha deciso di arruolarsi nelle fila dei berlusconiani che hanno scientificamente costruito il degrado del clima politico”.