Regione Lombardia, pm: “Inquinate anche le elezioni comunali di Milano del 2011”

Pubblicato il 10 Ottobre 2012 12:38 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2012 12:39
Sara Giudice (Lapresse)

MILANO – “La ‘ndrangheta avrebbe inquinato anche le elezioni comunali milanesi del 2011”. E’ quanto è emerso dalla conferenza stampa in procura, dove si è parlato di Vincenzo Giudice, il padre di Sara Giudice, l’anti-Minetti, che risulta indagato per aver accettato voti per la figlia, promettendo di favorire esponenti del clan su appalti.

L’inchiesta che ha invece portato all’arresto dell’assessore Domenico Zambetti ha dimostrato la capacità di incidere ”sulla democrazia del Paese e sulla libertà di voto” da parte della ‘Ndrangheta, ha detto il procuratore aggiunto di Milano, Ilda Boccassini.