Nessun big del Pd a Rimini, dopo Bersani anche Letta diserta Meeting Cl

Pubblicato il 25 Agosto 2010 19:11 | Ultimo aggiornamento: 25 Agosto 2010 19:35

Enrico Letta

I vertici del Pd disertano il Meeting di Comunione e Liberazione di Rimini. Dopo l’annuncio dell’assenza del segretario Bersani, è saltata, giovedì 26 agosto, anche la partecipazione del suo vice, Enrico Letta, che era atteso per due appuntamenti: la presentazione del suo libro ‘L’Europa è finita?’ e l’iniziativa dell’intergruppo parlamentare per la sussidiarietà, ormai tradizionale appuntamento dedicato al dialogo bipartisan del Meeting ciellino.

Mentre Bersani (che fra gli stand dei padiglioni riminesi è ospite fisso dal 1998) non faceva parte del programma ufficiale diffuso alla vigilia della manifestazione e una sua visita era solo ritenuta ”probabile” prima di essere smentita, Enrico Letta era nel programma ufficiale, ma la sua partecipazione è stata annullata nel pomeriggio di mercoledì, scomparendo sia dal programma del Meeting pubblicato online, sia dalla sua agenda pubblica. I due appuntamenti sarebbero stati cancellati, come ha spiegato il portavoce del Meeting Matteo Lessi, ”per motivi di salute”.

Nessun segnale di aperta ostilità nei confronti della rassegna ciellina, insomma, ma per la prima volta dopo tanti anni nessun leader del più importante partito di centrosinistra sarà presente a Rimini a segnare, ancora di più, una distanza con questa parte del mondo cattolico. Gli unici ospiti targati Pd rimarranno così (sempre domani, all’iniziativa dell’intergruppo della solidarietà) l’ex presidente di Legambiente Ermete Realacci e l’ex tesoriere dei Ds Ugo Sposetti, comunque poca cosa rispetto alla sfilata di esponenti di spicco del centrodestra che hanno partecipato e parteciperanno alla kermesse di Comunione e Liberazione.

Che la quasi totalità degli esponenti del movimento fondato da Don Giussani sia vicino al Pdl non è cosa nuova: i suoi politici di riferimento, come Roberto Formigoni e Maurizio Lupi, fanno parte del partito di Berlusconi e in molte zone d’Italia Cl è stata fondamentale per la formazione della classe dirigente del centrodestra. Il meeting, negli ultimi anni, tuttavia, pur avendo fra i suoi ospiti, in maggioranza, uomini del centrodestra, aveva sempre avuto spazi per un confronto con il centrosinistra. Bersani e Letta sono sempre stati considerati dal popolo di Cl due interlocutori riconosciuti e stimati.

Ma nel corso degli anni sono sfilati fra i padiglioni della fiera riminese anche esponenti meno affini alla sensibilità ciellina, come quando nel 2007 l’allora segretario dei Ds Piero Fassino fu protagonista di un confronto con Giulio Tremonti. Quest’anno, invece, i big del Pd non ci saranno.