“Per salvare i vecchietti roviniamo la vita ai giovani”: il post del consigliere di Pavia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Novembre 2020 13:59 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2020 15:15
Censimento 2018/19: paese vecchio e sfibrato, ecco perché chiudiamo le scuole

“Per salvare gli anziani roviniamo la vita ai giovani”: il post del consigliere di Pavia (Foto d’archivio Ansa)

Niccolò Fraschini, consigliere comunale di Pavia, ce l’ha con chi non fa uscire i giovani per salvare i “vecchi” dal Coronavirus.

Non fanno uscire i giovani, stanno rovinando la vita ai giovani, per salvare pochi vecchietti (che rischiano di morire per il Coronavirus). E’ questo in sintesi il pensiero espresso su Facebook da Niccolò Fraschini, consigliere comunale di Pavia. Corredato da un macabro quanto inopportuno: “W Darwin“.

Il suo ragionamento è lineare (dal suo punto di vista). Chi muore di Covid? Gli anziani. Chi soffre maggiormente per le restrizioni anti contagio? I giovani, o comunque chi conduce una vita più “dinamica”. Quindi, per difendere gli anziani, si penalizzano i giovani. Cioè il futuro del Paese.

Avevamo dubbi sul concetto di Fraschini? Ce lo fuga quel “W Darwin alla fine del concetto”. Viva l’evoluzionismo della specie, viva la legge della giungla. Dove il più forte sopravvive e il più debole soccombe.

Il post di Niccolò Fraschini

“Ormai questo piagnisteo sulle vittime penso che abbia stufato tanti italiani, per salvare poche migliaia di vecchietti stiamo rovinando la vita, nel lungo termine, a un sacco di giovani”. E’ una delle frasi pubblicate su Facebook da un consigliere di maggioranza di Pavia, Niccolò Fraschini (Pavia Prima). Parole che hanno suscitato indignazione e polemiche. Lo riporta la Provincia pavese.

Il riferimento a Darwin

Le frasi, apparse su Facebook, chiudevano con un “è ora di riaprire, W Darwin!”, inneggiando presumibilmente alla selezione naturale perno degli studi del grande scienziato e biologo. Lui si è difeso parlando di “strumentalizzazione” e d “frasi estrapolate dal contesto” dichiarando “vicinanza agli anziani”.

Il nuovo post per chiarire

Dopo qualche ora Fraschini ha pubblicato un nuovo post, che riportiamo integralmente:

Con grande chiarezza e senza alcuna ambiguità voglio chiedere scusa a tutte le persone che si sono sentite offese da ciò che ho scritto.

Chi ha scatenato questa polemica ha strumentalizzato le mie parole, estrapolandole dal contesto in cui erano state espresse: è sufficiente leggere ogni giorno i miei post per capire con chiarezza quali siano i miei veri pensieri sul Covid e sulle strategie per affrontarlo. Ho sempre affermato che per me tutelare gli anziani è doveroso, ma anche che questo non può avvenire sempre a spese dei più giovani, che sono ogni giorno penalizzati dai lockdown e che vedono a rischio il loro futuro.

Colgo l’occasione per esprimere la mia più totale vicinanza agli anziani che stanno fronteggiando la minaccia del Covid: ho genitori 70enni e nella mia famiglia ‘allargata’ ho visto con i miei occhi quanta sofferenza questo virus può causare non soltanto ai malati, ma anche ai loro cari, quindi non sono certo insensibile a questo tema. (Fonti: Ansa, La Provincia Pavese, Facebook)