Il Pd contro Vendola: “E’ il Bossi di sinistra”

Pubblicato il 22 Novembre 2011 10:45 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2011 10:47

Vendola e Bersani (Foto Lapresse)

ROMA – Su Mario Monti i “se” e i “però” di Nichi Vendola sono stati parecchi. Risultato? Nel Pd iniziano a dire: “Vendola è il Bossi di sinistra”, ossia la voce a sinistra che ha parecchie riserve sul Professore, esattamente come fa la Lega a destra. “Se la politica economica di Monti sarà in continuità con quella vecchia, avremo nuovi indignati per le strade”, oppure: “Lo stile di Berlusconi era la commistione tra pubblico e privato: e da questo punto di vista, mi spiace, ma anche nel nuovo governo c’è qualche ombra che danza”, e ancora: “Nel centrosinistra vedo molte democristianerie in azione”.

A preoccuparsi ora è il Pd: se il governo Monti dura più di una manciata di mesi, che ne sarà dell’alleanza Pd-Idv-Sel? Ma a preoccuparsi nel futuro immediato sarà anche Vendola: l’ultimo sondaggio, quello di Mentana del lunedì sera, dà Sel in netto calo in una settimana, unico partito ad aver perso quasi un punto in sette giorni. La freddezza su Monti, quindi, non paga in termini di alleanze né di consensi: Vendola forse, non per molto sarà ancora il “Bossi di sinistra”.