Nichi Vendola torna a casa dopo l’infarto: “Grazie ad amici e avversari che mi sono stati vicini”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 ottobre 2018 12:02 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2018 12:02
Nichi Vendola torna a casa dopo l'infarto: "Grazie ad amici e avversari che mi sono stati vicini"

Nichi Vendola torna a casa dopo l’infarto: “Grazie ad amici e avversari che mi sono stati vicini”

ROMA – Nichi Vendola è tornato a casa. Il politico pugliese, già leader di Sinistra, ecologia e libertà, è stato dimesso dal Policlinico Gemelli di Roma dove era stato ricoverato per un infarto il 15 ottobre scorso. 

“Sono tornato a casa dai miei cari – ha annunciato su Facebook Vendola -. La mia gratitudine va a tutti e a tutte coloro – amici, avversari politici, compagni e compagne, cittadini – che dalla Puglia e dal resto del Paese hanno voluto essermi vicino in un momento difficile”.

La scorsa settimana l’ex presidente della Regione Puglia era stato ricoverato in seguito ad un infarto e si era sottoposto ad una operazione per l’applicazione di uno stent. E moltissimi messaggi gli erano arrivati da tutti gli schieramenti politici, dall’ex leader Udc Pier Ferdinando Casini alla presidente dei deputati di Forza Italia, Maria Stella Gelmini, fino al presidente del Senato, Piero Grasso. 

Vendola, 60 anni ed un figlio adottato con il suo compagno Eddy Testa, si era sentito male nella notte tra domenica e lunedì 15 ottobre e proprio nella giornata di lunedì era stato trasferito dalla Camera dei deputati, dove si trovava, al Gemelli. Dopo l’operazione dal nosocomio è stato chiarito che il politico restava ricoverato ma non era in pericolo di vita. E adesso è tornato a casa.