“Nichi salvaci tu”. E Vendola si autodefinisce “Superman”

Pubblicato il 6 Settembre 2011 18:10 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2011 18:10

Nichi Vendola in piazza (foto Lapresse)

ROMA – “Nichi sei l’unica speranza di questo Paese”, “Vendola salvaci tu”. La piazza in sciopero infuriata contro l’ultima mazzata del governo chiamata manovra lo acclama, lo applaude, gli sorride. Nichi Vendola, governatore della Puglia e leader di Sinistra e libertà, si gode i consensi della folla e risponde ironico quanto basta per un’autoproclamazione: “Superman”.

Con il suo brillantino all’orecchio e la sua dialettica coinvolgente è sceso per le strade di Roma a manifestare il suo dissenso contro la manovra “iniqua stesa dal governo”.

”Questa è una finanziaria che mette in apnea il mondo del lavoro. La Cgil oggi rappresenta l’Italia migliore”, dice Vendola contro quella cura firmata Tremonti che ”colpisce al cuore la civiltà del lavoro. Ci sarebbe bisogno di altro: di una patrimoniale, ad esempio, di tagliare le spese militari, di un confronto sul futuro delle giovani generazioni”.

La gente lo sente vicino e c’è qualcuno che al suo passaggio gli chiede un miracolo o un super potere. Nella sua isola di gente “indignata” per la manovra viene anche chiamato per nome il “Superman” di sinistra, tutti urlano “Nichi, Nichi”, poi qualcuno aggiunge dalla testa del corteo: “Ci devi salvare sei l’unica speranza”.