Nicola Latorre (Pd): “Basta ostacolare Matteo Renzi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2013 10:03 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2013 10:03
Nicola Latorre (Pd): "Basta ostacolare Matteo Renzi"

Nicola Latorre (Foto Lapresse)

ROMA – Pd, il senatore Nicola Latorre difende Matteo Renzi: “Basta ostacolarlo con liti sulle regole del partito”. Latorre parla in un’intervista al Corriere della Sera: ”E’ imbarazzante pensare che in questa fase si possa sostenere una discussione sulle regole o sull’interrogativo ‘è meglio un uomo solo al comando o un uomo in compagnia?’. Se questi fossero i temi, meglio non fare il Congresso. Sarebbe inutile, di più: dannoso”.

Il senatore del Pd  sottolinea la necessità di

”rilanciare il progetto del Pd per guidare l’Italia fuori dalla crisi di sistema in cui siamo” e che vede ”incrinato il patto tra Stato e cittadini. Identificare nello statuto il segretario e il candidato premier preludeva a un assetto politico bipartitico che non si è realizzato. Il nostro bipolarismo resta di coalizione. Ma fissare ora la distinzione tra le due figure sarebbe un grave errore, non solo perche’ allude a un sistema politico frammentato, ma indebolisce molto la figura del segretario. Comunque io affiderei qualunque modifica statutaria al congresso e la commissione dovrebbe solo scrivere il regolamento congressuale”.

Sul sindaco di Firenze, Latorre è molto positivo: ”Se Renzi annuncerà la sua candidatura sarà un’ottima notizia per il Pd”, ha detto il senatore, che auspica ”sia falsa questa rappresentazione di un gruppo dirigente tutto teso a osteggiare o neutralizzare la candidatura di Renzi perché smonterebbe il partito”. Per Latorre adesso è ”impensabile una discussione su altre maggioranze”. Il governo ”fibrilla se sua ragion d’essere diventa la sua durata”. Nell’intervista Latorre dice sì al ”semipresidenzialismo con una legge elettorale maggioritaria uninominale a doppio turno”. Tuttavia ”bisognerà iniziare da un’efficace legge sul conflitto di interessi”.