Sicilia by Lombardo: 5300 mln di buco, 1000 nomine, 2 assessori prima dell’addio

Pubblicato il 1 agosto 2012 9:55 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2012 9:58
Raffaele Lombardo

Raffaele Lombardo (Foto LaPresse)

PALERMO – Due nomine mezz’ora prima di dimettersi, oltre cinque milioni di debiti e una spesa sanitaria da 9 milioni e passa: sono i record di Raffaele Lombardo. Prima di lasciare la presidenza della Regione Sicilia, il 31 luglio, ha nominato altri due assessori, Nicola Vernuccio alle Autonomie locali e Claudio Torrisi all’Energia, portando così a dodici il numero di assessori regionali.

I debiti. Dal 2010 al 2011 il debito della Regione Sicilia è lievitato del 13,25%, e ha raggiunto quota 5.300 milioni di euro, secondo i dati della Corte dei Conti riportati dal Corriere della Sera. Solo il personale attivo e i dipendenti in pensione costano a Palazzo d’Orlaens due miliardi all’anno.

La sanità. In aumento anche la spesa sanitaria della Sicilia, tra le voci più critiche dei bilanci regionali, e che nell’isola ha un’incidenza sul totale della spesa regionale del 48,17%. Dal 2010 al 2011 è cresciuta del 7,36%, passando da 8.775 milioni a 9.421.

Le nomine. E se prima di andarsene Lombardo ha voluto  nominare ancora due uomini di fiducia, il totale delle nomine raggiunge il migliaio. Duecento solo negli ultimi tre mesi. E se l’ultima giunta Lombardo ha nominato dodici nuovi assessori, il totale nel corso degli anni di governo Lombardo arriva a quota 60. Proprio per questo l’Ars, l’Assemblea regionale siciliana, aveva approvato il provvedimento “blocca nomine”

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other