Nomi dei saggi di Napolitano: “gruppi ristretti” per fare le riforme

Pubblicato il 30 Marzo 2013 18:19 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2013 23:42
Nomi dei saggi di Napolitano: "gruppi ristretti" politico ed economico

Giorgio Napolitano

ROMA – Ecco i due gruppi ristretti” di saggi scelti da Napolitano: Onida, Mauro, Quagliariello, Violante sono quelli politici. Giovannini, Pitruzzella, Rossi, Giorgetti, Bubico, Moavero sono quelli economici.

Saranno loro, in assenza del governo, a mandare avanti i lavori parlamentari, cercando consenso sulle riforme “necessarie” all’Italia. Saranno loro, accompagnati però dal governo Monti, che resta in carica “ad interim”. In attesa che Napolitano (“in carica fino all’ultimo giorno del mio mandato”) trovi un nome condiviso sul nuovo presidente del Consiglio. O fino a prossime elezioni.

I due gruppi di lavoro, su invito del Presidente della Repubblica, si riuniranno nel corso della prossima settimana -stabilendo contatti con i presidenti di tutti i gruppi parlamentari – su proposte programmatiche in materia istituzionale e in materia economico-sociale ed europea.

Saggi politici

Il professor Valerio Onida, il senatore Mario Mauro, il senatore Gaetano Quagliariello e il professor Luciano Violante.

Saggi economici

Il prof. Enrico Giovannini, presidente dell’Istat, il prof. Giovanni Pitruzzella, presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato; il dottor Salvatore Rossi, membro del Direttorio della Banca d’Italia, l’on. Giancarlo Giorgetti e il sen. Filippo Bubbico, presidenti delle Commissioni speciali operanti alla Camera e al Senato, e il ministro Enzo Moavero Milanesi.