Oreste Liporace: 200 mila euro al carabiniere nuovo capo dei vigili di Roma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2013 16:55 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2013 16:57
Oreste Liporace: 200 mila euro al carabiniere nuovo capo dei vigili di Roma

Oreste Liporace col sindaco di Roma Ignazio Marino (LaPresse)

ROMA – Il nuovo capo dei vigili di Roma, il colonnello dei carabinieri Oreste Liporace, prenderà uno dei cinque stipendi più alti del Comune, intorno ai 200 mila euro l’anno.

Prima di presentare Liporace alla stampa il sindaco Ignazio Marino ha voluto incontrare i sindacati, che gli contestano di averli avvertiti solo all’ultimo di una scelta che era attesa da 87 giorni. Marino vuole che i sindacati siedano ad un tavolo tecnico permanente sui problemi della polizia municipale, ma intanto incassa le polemiche sul fatto che a comandare i vigili sia stato scelto un esterno, quando Marino avrebbe potuto scegliere fra i 27 dirigenti in forze alla municipale.
Elena Panarella e Riccardo Tagliapietra sul Messaggero riportano le critiche di Giancarlo Cosentino della Cisl:
«Facciamo i migliori auguri al nuovo comandante, ma contestiamo il metodo usato dal sindaco. Il Comune da un lato taglia i servizi ai municipi e dall’altro assume un comandante esterno».
Questo il profilo del nuovo comandante dei vigili romani:

“Liporace, classe ’62, è nato a Belvedere Marittimo (Cosenza), ha conseguito tre lauree – in Economia e in Giurisprudenza – nonché l’abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista. Nell’Arma dei carabinieri ha ricoperto numerosi incarichi di comando tra cui il plotone nella base Nato di Vicenza, del nucleo operativo di Venezia-Mestre, delle compagnie di Castellammare di Stabia e di Castel Gandolfo”.

Liporace minimizza tutte le critiche e i problemi sul tavolo:

 «La questione interno-esterno non è importante. C’è molta più intesa di quanto si pensa tra le forze dell’ordine. È come se appartenessimo ad una sola categoria. Mi sento a tutti gli effetti un interno». […] Sulle manifestazioni previste ad ottobre, ha aggiunto: «Non ho nessuna preoccupazione».