Orietta Berti, l’AgCom archivia il caso dopo l’endorsement per il M5s

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 gennaio 2018 20:27 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2018 20:27
orietta-berti

Orietta Berti durante la trasmissione ”Un giorno da Pecora”

ROMA – L’AgCom, l’Autorità garante per le comunicazioni, ha archiviato il “caso Orietta Berti”. La cantante, ospite a Un Giorno da Pecora, aveva annunciato il suo voto a favore del M5S. L’Autorità – si legge in una nota – ha riconosciuto la violazione della legge sulla par condicio nella parte in cui vieta di manifestare le preferenze di voto nelle trasmissioni televisive, ma ha rilevato che i conduttori del programma, in una puntata successiva, hanno manifestato l’intenzione di rispettare le disposizioni vigenti, determinando così “un adeguamento spontaneo”.

L’endorsement della cantante a favore del Movimento Cinque Stelle, nella puntata di Un giorno da pecora del 12 gennaio, aveva infiammato il dibattito elettorale, con le proteste del Partito Democratico.

L’Autorità aveva deciso di procedere d’ufficio, in base al monitoraggio della par condicio nelle emittenti, anche radiofoniche, e il 15 gennaio aveva scritto alla Rai, che – per evitare possibili sanzioni – ha scelto la strada dell”adeguamento spontaneo’. Il 16 gennaio, in una puntata che vedeva come ospite Mario Capanna, con un siparietto ironico, i conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari avevano corretto il tiro, precisando di voler rispettare la normativa.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other