Politica Italia

P3, Caldoro: “La responsabilità per la nomina di Sica è mia”

Stefano Caldoro si assume tutta la responsabilità sulla nomina ad assessore regionale di Ernesto Sica, accusato di aver complottato per screditare la candidatura del governatore campano insieme alla “cricca P3”: “La responsabilità di nomina dell’assessore è solo del presidente dopo di che è normale che si discuta con le forze politiche, ma nella fattispecie rivendico sia la responsabilità della nomina sia quella delle dimissioni di Sica sulla cui attività da amministratore in questi mesi, peraltro, non ho nulla da dire”.Sica avrebbe preparato un dossier a luci rosse nel quale si faceva riferimento all’abitudine di Caldoro di andare a trans.

Poi Caldoro ha continuato: “Aver risolto subito, nel giro di 48 ore, il problema della sostituzione di Sica è stato un fatto positivo. Se non ci fosse stata l’inchiesta della magistratura non avrei avuto idea dell’attività in essere contro di me. Siamo rimasti tutti meravigliati di questa situazione”.

Poi il presidente della Regione ha concluso: ”Penso che dovremo distinguere le responsabilità di chi costruiva dossier e violava la legge dal resto, ma senza impostazioni giacobine”.

Caldoro infine ha bollato come ”vecchia politica” la scelta del Pd di abbandonare l’aula del Consiglio regionale per protesta (Idv e Pse invece sono rimasti) dopo che il governatore aveva chiesto un’assunzione di responsabilità da parte dell’opposizione perché lui intervenisse: ”Toccava a loro dire cosa volevano, è anche una forma di rispetto che si deve all’opposizione”.

To Top