Politica Italia

Verdini: “Fini chiede le mie dimissioni? Richiesta impropria”

verdini

Denis Verdini

Dopo nove ore di interrogatorio e un fiume di polemiche su di lui Denis Verdini commenta le parole di Gianfranco Fini che ha chiesto le sue dimissioni dal Pdl: “Bisogna vedere le motivazioni della richiesta di Fini. E’ una richiesta largamente impropria e penso di non avere nessun motivo per dimettermi”, ha detto.

”Fini conosce il procedimento giudiziario? – ha aggiunto Verdini – al momento io sono solo indagato, ci sono tre gradi di giudizio, bisogna ascoltare anche la difesa. Ciò vale per Fini e per quelli come lui”.

Verdini, coordinatore del Pdl, è indagato assieme a Marcello dell’Utri, Flavio Carboni e Massimo Lombardi per violazione della legge sulla costituzione di società segrete nell’ambito dell’inchiesta sulla cosiddetta P3, ma anche nell’inchiesta sugli appalti per l’eolico. L’interrogatorio da parte del procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo era iniziato alle 15 ed è stato preceduto dalle sue “dimissioni irrevocabili” da presidente del Credito Cooperativo Fiorentino e da componente del Cda, annunciate con una lettera inviata il 23 luglio ai vertici dell’istituto. Poi tutto il Consiglio di amministrazione del Credito cooperativo fiorentino, ha rassegnato “le proprie dimissioni irrevocabili” per solidarietà nei confronti del presidente dimissionario.

To Top