Palazzo Chigi/ Il dipietrista Pedica interrompe e provoca durante il discorso della Gelmini, il ministro lascia la sala stampa

Pubblicato il 24 Luglio 2009 16:14 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2009 16:14

Senza pupi e marionette, ma il teatrino quest’anno si fa anche a Palazzo Chigi. Se anche di savoir faire si tratta, i politici nostrani si beccano una nota di demerito. Protervo e prepotente il dipietrista Pedica, suscettibile e nervosa, con l’attenuante però della provocazione, il ministro Gelmini.  Sulla scena della sala stampa del Consiglio, mentre il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, seriosa e impettita, era intenta a illustrare il contenuto del pacchetto università (premi in denaro a quelle scientificamente virtuose), dalle file dell’italia dei Valori si è alzato Stefano Pedica.

Il parlamentare ha spezzato le parole del ministro: bruscamente ha fatto irruzione nel discorso e interrotto senza pietà la quiete della Gelmini. Nonostante la conferenza riguardasse l’università, Pedica ha tirato in ballo il mancato scioglimento del Comune di Fondi, in provincia di Latina, per infiltrazioni mafiose.

Dall’alto della sua ‘aria severa e gli occhialini da professoressa, il ministro si è scomposto, ha provato a fermare l’esponente dell’Idv senza alcun risultato positivo e come in un vero teatrino dopo che Pedica aveva irrotto e interrotto, Mariastella Gelmini ha lasciato la sala stampa. E per finire sulla scena tragicomica di Palazzo Chigi l’ultima riga sul copione della quasi rissa è occupata dalle reciproche accuse di arroganza.