Palermo, comunali. Orlando: “Riconteggio? Non cambia nulla”

Pubblicato il 8 Maggio 2012 16:53 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2012 17:08

PALERMO – ''Quello del governo Lombardo e' un pressapochismo fatto sistema: c'e' questa novita' dell' interpretazione della legge elettorale, con il riconteggio delle schede bianche che potrebbero modificare le percentuali dei consensi. Ma non cambia niente, i voti rimangono gli stessi. Io ne ho pressi 103 mila, in 45 mila hanno votato solo per me, non per la lista''. Lo ha detto in conferenza stampa Leoluca Orlando (Idv, Verdi e Fds) rispondendo ai cronisti sul riconteggio delle schede in alcuni seggi.

''Se io passo dal 47 al 33 per cento – ha affermato – lo stesso vale per gli altri, che diminuiscono le loro percentuali''. Per Orlando quanto sta succedendo attorno all'interpretazione della nuova legge elettorale, approvata l'anno scorso dall'Assemblea regionale siciliana, ''e' un vulnus per la democrazia''.

''Noi andiamo avanti lo stesso – ha aggiunto – Eventualmente ci sarebbe un problema per i consiglieri comunali, alcune liste che al momento hanno superato lo sbarramento del 5 per cento non sarebbero rappresentate in consiglio, questo sarebbe un vulnus''.