Pannella: "Mi hanno fatto passare da traditore"

Pubblicato il 18 ottobre 2011 15:39 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 16:10

ROMA – ''Quella gente che mi ha sputato in faccia sabato alla manifestazione degli indignati? Ma quella e' brava gente. Il problema non sono loro. Io sono come loro. Se mi fosse arrivato quel messaggio chiaro: 'Pannella e' un traditore', forse la penserei proprio nella stessa maniera''. Lo dice Marco Pannella in un'intervista al settimanale ''Chi''.

Il leader dei radicali indaga sulle ragioni per le quali, nel corso della manifestazione degli indignati, e' stato contestato. ''Il motivo di tutto questo? E' la comunicazione di regime che sta alla base di questa reazione''. E sottolinea: ''C'e' qualcuno che in questi giorni e' arrivato a dire che il mio obiettivo e' tutelarmi e tenermi i miei privilegi di parlamentare … Ma non sono affatto un parlamentare, io!!!''.

Tutta la polemica nasce dal fatto che il suo gruppo e' accusato di aver fatto fallire la manovra del Pd per far mancare il numero legale sulla fiducia a Berlusconi. E Pannella risponde: ''E' il regime che manda simili messaggi. Siamo quattro gatti a Montecitorio … Pero' siamo l'unica e vera forza alternativa e questo e' un problema. Sinistra e destra non sono avversari, sono proprio soci''.