Paola Taverna, il Comune di Roma sfratta la madre dalla casa popolare: “Altri immobili in famiglia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2018 12:55 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2018 12:55
Paola Taverna, il Comune di Roma sfratta la madre dalla casa popolare: "Altri immobili in famiglia"

Paola Taverna, il Comune di Roma sfratta la madre dalla casa popolare: “Altri immobili in famiglia”

ROMA – La madre di Paola Taverna dovrà andarsene dalla casa popolare al Prenestino dove vive e dove paga un affitto agevolato (tra i 100 e i 150 euro al mese): il Comune di Roma le ha intimato lo sfratto perché non ne ha diritto, il patrimonio riconducibile alla famiglia è più alto del consentito. Per la senatrice e pasionaria M5S Taverna si tratterebbe di “accanimento” perché gli immobili di proprietà contestati sono suoi, non della madre anziana e malata. 

Una grana quindi in famiglia, quella della Taverna e quella del Movimento 5 Stelle che a Roma sta procedendo alla verifica puntuale della liceità nelle assegnazioni degli alloggi popolari dell’Ater, di proprietà del Comune. La sindaca Raggi assicura di non averne saputo niente fino allo scoop di Repubblica. “Faccio una premessa, io questo caso l’ho appreso dalla stampa, la senatrice Taverna mai si è permessa di chiamare l’amministrazione o me, e lo sottolineo. Sicuramente gli uffici faranno tutte le indagini e si seguirà la legge esattamente come per tutte le altre persone”.

Per gli uffici ERP e Decadenze del Campidoglio, l’appartamento assegnato a Grazia Bartolucci nel ’94, la mamma della Taverna, deve essere restituito per esubero di reddito, perché la sua famiglia dispone di diversi immobili, in particolare “uno situato nel Comune di Roma adeguato alle esigenze del nucleo familiare”. Dalle dichiarazioni dei redditi degli anni 2007-2009-2011 il Comune desume che il nucleo familiare abbia superato i limiti di reddito. 

La difesa della famiglia sostiene che non si possano imputare gli immobili di proprietà della figlia alla madre. Ma nel 2012 Paola Taverna risultava ancora residente nell’appartamento Ater al Prenestino.