Politica Italia

Paolo Gentiloni: “Sovranismo non ha nulla a che fare col patriottismo”

paolo-gentiloni

Paolo Gentiloni: “Sovranismo non ha nulla a che fare col patriottismo”

AOSTA – Paolo Gentiloni: “Sovranismo non ha nulla a che fare col patriottismo”. Il premier italiano è intervenuto alla Scuola per la democrazia ad Aosta l’8 ottobre e ha sottolineato l’importanza di ribadire le autonomie all’interno di uno stesso Paese.

Gentiloni, parlando ad Aosta, ha dichiarato:

“Il lavoro continuo di consolidamento della nostra identità nazionale è un percorso molto importante, ma sappiamo che questo percorso non ha nulla a che fare con le spinte che oggi si dicono sovraniste. Questo patriottismo contemporaneo non ha nulla a che fare con ostilità nei confronti di altre culture e di altri popoli e tanto meno con l’annullamento delle nostre identità locali”.

Parlando delle autonomie, il premier ha aggiunto:

“La questione storica della coesione del Paese si pensava potesse essere fronteggiata con il centralismo. Invece si è trovata un’altra via con la valorizzazione delle autonomie, che è un ingrediente fondamentale per il Paese. Una valorizzazione che è passata anche da episodi recenti di significato simbolico come l’approvazione della legge sui piccoli comuni”.

Per Gentiloni, l’Italia è riuscita a dare la giusta risposta sulle nostre autonomie:

“Dopo un percorso non facile con orgoglio possiamo rivendicare che la risposta data e consolidata in Italia sulle autonomie è di straordinaria attualità. Perchè funziona, anche se ci sono problemi e difficoltà nella dinamica tra Governo centrale e autonomie speciali, ma se pensiamo all’origine dei problemi e a come sono stati risolti allora abbiamo un modello da portare in Europa. E’ stata coniugata l’unitarietà italiana con la valorizzazione delle autonomie. Credo che le soluzioni trovate in Italia siano molto proficue”.

E parlando della Brexit, ha aggiunto:

“Se vogliamo prendere la Brexit come l’evento simbolico più alto della crisi dell’Ue, credo che il paradosso al quale io ho assistito è che in fondo quel momento di crisi, più che l’episodio che ha provocato l’accelerasi della crisi nell’Unione europea, è stato l’episodio che ha provocato una controspinta. Era successo già tante volte nel passato che nei momenti difficili l’Ue ritrovasse le ragioni del proprio progetto comune”.

To Top