Paolo Romano, presidente consiglio regionale Campania, arrestato: concussione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2014 9:38 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2014 14:25
Paolo Romano, presidente consiglio regionale Campania, arrestato: concussione

Paolo Romano, presidente consiglio regionale Campania, arrestato: concussione

CASERTA – Paolo Romano, presidente del Consiglio regionale della Campania e candidato alle prossime elezioni europee nella lista Ncd, è stato arrestato per tentata concussione. 

A Romano, che si trova agli arresti domiciliari, vengono contestate presunte pressioni per far nominare in modo clientelare il direttore sanitario e amministrativo dell’Asl di Caserta

Al presidente del Consiglio regionale della Campania Paolo Romano sono contestati due presunti tentativi di concussione per fatti avvenuti tra ottobre 2011 e maggio 2012. In particolare Romano avrebbe esercitato pressioni nei confronti di Paolo Menduni direttore generale dell’Asl di Caserta che si era appena insediato per la nomina del direttore sanitario e del direttore amministrativo di persone da lui indicate.

Secondo l’accusa avrebbe prospettato che nel caso di mancato accoglimento delle richieste l’attività dell’ente sanitario sarebbe stata sottoposta a continui controlli di carattere amministrativo.

In seguito alla nomina in qualità di direttore sanitario di una persona diversa da quella indicata da Romano, il presidente del Consiglio regionale rilasciò diverse interviste su quotidiani locali dal contenuto fortemente critico nei confronti della gestione dell’Asl organizzando anche conferenze stampa presso la sede del Consiglio.

L’altro episodio contestato si riferisce alla nomina del dirigente sanitario di Capua (Caserta) disposta da Menduni.    ”…Come ti sei permesso di mettere quella nel mio distretto…”, sarebbe stata una delle frasi pronunciate da Romano per intimorire il dirigente che non aveva assecondato le sue richieste.