Par condicio, nuovo richiamo AgCom: “Garantire il pluralismo”

Pubblicato il 23 Marzo 2010 17:40 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2010 17:41

L’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni (AgCom) un richiamato tutte le emittenti nazionali  perchè assicurino «la più ampia ed equilibrata presenza e possibilità di espressione a tutte le liste» in corso per le Regionali e l’invito a dare spazio nei programmi di informazione, innanzi tutto nei tg, ai «temi politico-elettorali».

L’AgCom si riserva di valutare nella prossima riunione della commissione Servizi e Prodotti (convocata per il 25 marzo) se le tv hanno assicurato il riequilibrio già chiesto e ad adottare le eventuali sanzioni.

«È ormai indifferibilmente tempo – si legge in una nota dell’organismo di garanzia – che nei programmi di informazione, e in primis nei notiziari, acquistino il dovuto rilievo i temi politico-elettorali, al fine di consentire ai cittadini una corretta e completa conoscenza di tutte le liste in competizione e dei loro programmi elettorali. È questo l’invito rivolto dall’Autorit… per le garanzie nelle comunicazioni alle emittenti televisive nazionali».

«Ricordando il richiamo al riequilibrio dell’informazione rivolto l’11 marzo scorso e riservandosi di valutare nella prossima riunione della Commissione Servizi e Prodotti in quale misura tale riequilibrio abbia avuto luogo, l’Agcom ha invitato le emittenti nazionali a voler assicurare la più ampia ed equilibrata presenza e possibilità di espressione a tutte le liste in competizione, garantendo parità di trattamento ed analoghe opportunità di ascolto. L’Autorità verificherà, con costante monitoraggio, il rispetto dei principi di completezza, correttezza, equità, imparzialità e parità di trattamento di tutte le liste concorrenti e, in caso di inosservanza – conclude la nota – adotterà i provvedimenti previsti dalla legge».