Parvin Tadjk consiglia, Beppe Grillo ci pensa: mollare la politica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Ottobre 2013 18:10 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2013 18:10

ROMA – Parvin Tadjk consiglia a suo marito Beppe Grillo di mollare la politica, perché gli avrebbe complicato la vita e svuotato il portafoglio. Lo scrive Paolo Bracalini su Il Giornale, citando come fonte i senatori dissidenti del MoVimento 5 Stelle:

“L’ultima dal pianeta Grillo arriva dai senatori malpancisti del M5S, una dozzina che si guarda attorno, si ritrova in cene carbonare per studiare l’exit strategy dal «sistema feudale» del Cinque Stelle (come dice Fabiola Anitori, senatrice già uscita dal M5S, ora nel Misto). Il rumor che si passano è questo: «Grillo ha pensato di mollare, dietro c’è la moglie che gli chiede di lasciar perdere. La politica gli ha complicato la vita»”.

Secondo i senatori dissidenti, dietro i dubbi di Grillo c’è la “moral suasion” della first lady a 5 Stelle, Parvin Tadjik:

“La lady al centro del pettegolezzo parlamentare è Parvin Tadjk, figlia di un importatore di tappeti iraniano, sposata nel ’96, testimone De Andrè. Le scarne cronache femminili la descrivono «chic, raffinata, amante di boutique e cosmetica, molto riservata», amica di altre «mogli di», Paola Paoli moglie di Gino, Carla Signoris moglie di Crozza”.

Perché Parvin non ne vuol proprio sapere di diventare una first lady a 5 Stelle:

“Su di lei qualche foto e poche notizie, una riportata da Elle dice: «La Tadjk, terrorizzata da possibili querele per diffamazione, avrebbe chiesto a Grillo di iniziare i comizi con la premessa che lei si dissocia preventivamente da quanto dirà». Il blog del marito? «Quando in casa comincia a parlarne scappiamo, è una parola che mi terrorizzane. Lui vorrebbe che fossi una sua adepta, ma non lo sono», ha confessato in una rarissima intervista concessa all’amica Carla, la moglie di Crozza, nel programma di Crozza su La7 (titolo: «Ho sposato un deficiente»). Grillina a molta distanza, intercontinentale: durante lo Tsunami Tour, a due giorni dalle elezioni, la Tadjk svacanzava a Malindi”.

Il problema è che non solo la politica invade la vita privata, ma depaupera il (consistente) patrimonio familiare:

“Grillo, impegnato da leader, non ha più tempo per lavorare (e guadagnare…), «sono due anni che faccio spettacoli nelle piazze a titolo esclusivamente gratuito»”.