Pasquale Vespa, quali frasi sulla Azzolina: “Bocca rouge”…Rimosso da incarico al ministero

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Marzo 2021 9:37 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2021 9:37
Pasquale Vespa, quali frasi sulla Azzolina: "Bocca rouge"...Rimosso da incarico al ministero

Pasquale Vespa, quali frasi sulla Azzolina: “Bocca rouge”…Rimosso da incarico al ministero (Foto d’archivio Ansa)

Pasquale Vespa rimosso dall’incarico al Ministero dell’Istruzione per alcuni insulti a Lucia Azzolina. Quali insulti? Dice l’ex ministro che l’avrebbe apostrofata come “bocca rouge”. Sui social network. I contenuti sono stati rimossi, ma la Azzolina ha portato la questione in tribunale.

Intanto il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha sollevato Vespa dall’incarico nello staff del sottosegretario Sasso.

Pasquale Vespa e i post contro la Azzolina

Secondo l’accusa della Azzolina, Vespa avrebbe pubblicato foto con il volto dell’allora ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina accostato a personaggi da film horror. Per questo Pasquale Vespa è stato querelato per diffamazione e minacce reiterate dall’ex ministro. Il processo a Vespa inizierà il 9 aprile a Napoli.

Il ministro Bianchi revoca l’incarico a Vespa

Al docente, il sottosegretario all’Istruzione della Lega, Rossano Sasso, aveva offerto, nelle ore scorse, di entrare a far parte del suo staff. Ma la notizia ha subito suscitato un vespaio di polemiche. E il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è intervenuto revocando l’incarico al docente “pur riconoscendo l’autonomia dei sottosegretari nella nomina del loro staff”. E ha posto quindi la pietra tombale su questa spinosa vicenda, meritandosi il plauso della stessa Azzolina, della sottosegretaria Barbara Floridia e di molti Cinque Stelle.

A fianco della ex ministra, per la verità, sono scesi in campo in queste ore numerosi parlamentari di diversi schieramenti politici. Bianchi, nel revocare l’incarico a Vespa ha espresso la “massima stima nei confronti dell’ex ministra Lucia Azzolina”.

Rossano Sasso difende Vespa

Chi non è tornato indietro sul proprio giudizio sul contestato professore sembra essere il sottosegretario Sasso. Che da Bianchi, ha raccontato lui stesso, ha ricevuto oltre alla delega alla disabilità e all’inclusione, anche quelle sullo sport, il bullismo e il cyberbullismo.

“Il professor Pasquale Vespa, sindacalista e leader nazionale del movimento dei docenti precari – ha detto Sasso su Facebook – ha sempre rappresentato una spina nel fianco per l’onorevole Azzolina e per le politiche ostili nei confronti del mondo del precariato. Un simbolo dei diritti dei lavoratori più deboli, che ha condotto battaglie evidentemente dure e scomode, che adesso si vorrebbe fare passare come uno stalker e come un molestatore. Il lavoro della magistratura, siamo certi, riporterà fatti e dinamiche nella giusta prospettiva”. 

Lucia Azzolina e l’appellativo Bocca Rouge

“Una cosa è la critica politica – scrive la Azzolina su Facebook – altro l’aggressività verbale e il sessismo. Quale utilità può avere nella sua battaglia definirmi ‘Bocca Rouge’ ovunque e vantarsi di un brutto articolo scritto sul mio rossetto rosso, quasi lo avesse vergato lui? ‘Ah, cosa faremmo con quella bocca’ era il tono dei commenti che mi sono stati rivolti per mesi. Certo, non tutti sono penalmente rilevanti, ma l’istigazione all’odio e alla mancanza di rispetto sono innegabili. E voglio sottolinearlo di nuovo: non sono comportamenti degni di un insegnante”.