Passera: “Bene Monti, i partiti facciano la legge elettorale”

Pubblicato il 3 Maggio 2012 8:40 | Ultimo aggiornamento: 3 Maggio 2012 9:32

ROMA – Giudizio positivo su Mario Monti, ''il miglior presidente del Consiglio possibile'', e sull'operato del governo, che ha portato a un ''recupero di credibilita' quasi immediato''. Quanto alla credibilita' dei partiti, ''per recuperarla devono cambiare la legge elettorale'' e intervenire sui costi della politica. Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, in un'intervista al Fatto Quotidiano.

Passera da' un ''voto alto alle riforme, dalle pensioni al lavoro, e all'agenda per la crescita: un programma senza botti, ma molto articolato e concreto''. Poi ammette: ''Bisognava comunque mettere in conto qualche inevitabile errore e ingenuita' da parte di chi, come noi, non e' abituato a governare la macchina dello Stato''.

''Siamo intervenuti su un aereo che perdeva quota e che doveva cambiare varie parti in volo. Andiamo fieri di aver favorito l'apertura di tanti mercati'', prosegue il ministro. ''Nei prossimi mesi contiamo di introdurre meccanismi che facilitino la nascita di nuove imprese. Per finanziare l'agenda per la crescita cerchiamo di recuperare risorse dalla lotta all'evasione fiscale e dai tagli agli sprechi''.

''Tra le prime destinazioni dei risparmi e delle risorse recuperate – sottolinea il ministro – ci dovranno essere le famiglie piu' disagiate. I redditi piu' bassi vanno aiutati, non solo con sgravi fiscali''.

Nell'intervista, Passera esclude l'ipotesi di elezioni anticipate. ''Non mi pare che ci sia la volonta' di mettere in difficolta' l'Italia'', dichiara. Dopo il 2013, ''credo che si tornera' alla situazione politica fisiologica. Vorrebbe anche dire che saremo fuori dall'emergenza''.

E sulla possibilita' di una nuova Democrazia Cristiana, ''non mi pare una buona idea'', chiosa. Quanto alla sua esperienza di ministro, ''mi piace soprattutto contribuire a far emergere l'enorme energia latente e diffusa nel nostro Paese per creare posti di lavoro''.