Bersani: “Siamo pronti a discutere il dopo-Berlusconi”

Pubblicato il 15 luglio 2010 17:10 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2010 17:22

Pier Luigi Bersani

Il Pd è pronto a discutere ”il superamento della fase berlusconiana”: in questi termini il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha commentato oggi da Washington la proposta avanzata da Massimo D’Alema in una intervista al Corriere della Sera nella quale apre all’idea di un governo di larghe intese, ma con alla guida qualcuno che non sia Berlusconi.

”Il Pd – ha detto Bersani a Washington prima di incontrarsi con il presidente del sindacato Afl-Cio, Richard Trumka – è pronto a discutere il passaggio di fase che vada oltre la stagione di Berlusconi. Le condizioni di questo passaggio, però, non si possono valutare ora. Adesso il punto vero è l’esigenza che le forze più responsabili della maggioranza prendano atto che così il Paese non ha risposte, così non si va avanti”.

Secondo Bersani, ”abbiamo sostanzialmente un paese che non è in grado di concentrarsi sulle sue questioni. Questo non può protrarsi a lungo in una situazione tanto critica come quella che abbiamo e che purtroppo avremo”. – Dunque un sì a un governo di larghe intese? ”Io non dico sì a niente – ha risposto Bersani -. Io dico solo che noi siamo pronti a discutere il superamento della fase berlusconiana. Bisogna però vedere a quali condizioni, e oggi non ci sono gli elementi per discutere di condizioni”.

”Noi – ha concluso il segretario del Pd – siamo pronti a discutere su questo: trovare un percorso che ci faccia uscire da una fase molto lunga e negativa. Se è così, vediamo a quali condizioni farlo. Per adesso il punto di partenza è che nella maggioranza vi sia la consapevolezza di questo stato di cose”.