Pd/ D’Alema contro Franceschini: “L’ho inventato io e ora lui mi ripaga attaccandomi”

Pubblicato il 31 Luglio 2009 10:29 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2009 10:34

RO230609POL_0060Continua la “guerra” nel Pd. Dopo le critiche di Dario Franceschini alla vecchia squadra di governo del centrosinistra, è Massimo D’Alema a farsi sentire. In un’intervista rilasciata a Panorama l’ex premier ha messo in chiaro alcuni punti, a cominciare proprio da Franceschini: «Io l’ho portato al governo del Paese come sottosegretario – dichiara D’Alema – con l’incarico di occuparsi delle riforme costituzionali. Sono dispiaciuto per questa continua polemica di carattere personale. Il segretario ha voluto caratterizzare la sua candidatura innanzitutto contro quelli che c’erano prima e il risultato paradossale è che tutti quelli di prima lo sostengono, salvo il sottoscritto. Questo ripensandoci fa ritenere che si rivolgesse contro una sola persona».

L’attacco di D’Alema si sposta poi sull’impostazione data dall’attuale segretario al partito in questi venti mesi: «Una scelta rispettabile. Ma sbagliata. Il problema principale è stato tagliare i ponti con una tradizione, piuttosto che costruire un’alternativa credibile. Si è pensato che il problema fosse quello di combattere contro i partiti da cui il Pd proviene, contro le loro tradizioni e una parte dei loro dirigenti, anziché quello di costruire il nuovo partito in rapporto al Paese e alle sue esigenze».