Pd, Follini: “Ok fare opposizione, ma se ci fermiamo a quello diventiamo una riserva indiana”

Pubblicato il 25 novembre 2010 9:25 | Ultimo aggiornamento: 25 novembre 2010 9:58

Marco Follini

Il gesto del segretario del Pd, Pierluigi Bersani, che è salito sul tetto della facoltà di Architettura per solidarizzare con i ricercatori ”umanamente fa simpatia”e ”la protesta è il pane dell’opposizione”, ”però non possiamo fermarci lì. La crisi di consenso di Silvio Berlusconi e del suo modello politico ci apre una prateria. Salire troppo spesso sui tetti rischi di chiuderci nella riserva indiana dell’opposizione”. E’ quanto afferma l’esponente del Partito democratico, Marco Follini, in una intervista al Corriere della Sera in cui precisa che ”tra il corteo con i passamontagna che dà l’assalto al Senato e la protesta civile e fantasiosa dei ricercatori non c’è un legame”.

Quindi, rispondendo a chi come Maurizio Gasparri accusa Bersani di cattivo esempio, aggiunge: ”Mettere le due cose in relazione rivela un certo spirito maccartista che aleggia nella maggioranza”.

Sulla presenza di Nichi Vendola alla sinistra di Bersani, Follini osserva: ”Noi non dobbiamo essere la coda della protesta, ma la testa della protesta” tenendo conto ”anche di quelli che, prima di protestare, vogliono capire se c’è lo spazio di un confronto nel merito delle questioni”. Sul leader dell’Idv, Antonio di Pietro, Follini afferma invece: ‘Sconsiglio di accompagnarsi a lui sui tetti, in piazza e soprattutto alle urne”.

5 x 1000