Pd, Matteo Renzi pensa a Pier Luigi Bersani presidente dopo Cuperlo

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 gennaio 2014 9:38 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2014 9:57
Pd, Matteo Renzi pensa a Pier Luigi Bersani presidente dopo Cuperlo

Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi (Foto Lapresse)

ROMA – Pier Luigi Bersani presidente del Pd? E’ l’idea sulla quale Matteo Renzi starebbe meditando in queste ore: proporre l’incarico, appena abbandonato dal leader della minoranza Gianni Cuperlo, all’ex segretario democratico, per pacificare le anime del partito. A sobillare l’ipotesi è il quotidiano la Repubblica che scrive:

Matteo Renzi gioca in queste ore la delicatissima partita della legge elettorale. Eppure ha già iniziato a mettere la testa sul dossier. Convinto, il segretario, della necessità di rilanciare: “Voglio spiazzare”. Ecco allora l’idea – fatta trapelare da ambienti della maggioranza dem – di proporre all’ex segretario l’incarico appena abbandonato da Cuperlo. Non è escluso che Bersani alla fine accetti. Ammesso che il clima interno migliori, ammesso che davvero ottenga garanzie – come sottolineato in mille contesti – per un Pd capace di mostrarsi “comunità politica nella quale tutti possono dire quel che pensano”.

Del resto, scrive ancora Repubblica, molti tra gli elettori riterrebbero la nomina suggestiva:

Sulla pagina Facebook del candidato premier alle ultime Politiche, intanto, si moltiplicano i messaggi di incoraggiamento, accompagnati dalla richiesta di tornare in pista: “Mai come in questo momento c’è bisogno di te”, scrivono. Oppure ancora l’ala dura: “Riposati che poi c’è da rimediare ai danni di quel moccioso”.

Nella rosa dei papabili alla successione di Cuperlo ci sarebbero poi:

C’è innanzitutto Andrea Orlando, ministro dell’Ambiente in quota “giovani turchi”. A loro, per ragione di equilibri, potrebbe spettare la Presidenza. Anche se Matteo Orfini gioca in difesa: «Io? Non credo di essere adatto. E Orlando fa il ministro». Circolano anche i nomi di Walter Veltroni e dell’attuale vicepresidente Sandra Zampa.