Pd cambia nome? Nicola Zingaretti: “Non lo escludo”

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 agosto 2018 20:42 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2018 20:42
Pd cambia nome? Nicola Zingaretti: "Non lo escludo"

Pd cambia nome? Nicola Zingaretti: “Non lo escludo” (Foto Ansa)

ROMA – Il Pd pensa di cambiare, almeno il nome. La proposta è lanciata dall’ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] e ripresa dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. 

“A soggetto politico corrisponde un nome politico. Non escludo di cambiare nome al partito, ma solo alla conclusione di un percorso in cui vedremo cosa siamo diventati. Se questo percorso porterà a una identità diversa, vedremo anche se sarà da cambiare il nome al Pd”, ha detto  Zingaretti parlando sul palco della Versiliana a Marina di Pietrasanta (Lucca) alla festa del Fatto Quotidiano commentando l’ipotesi di un cambio di nome del Pd.

Un’idea che non piace all’ex presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni: “Calenda è stato certamente uno dei migliori ministri ed è uno in gamba, ma quando dice che dobbiamo cambiare il nome del Pd, questo non mi convince. Il Pd va cambiato, non archiviato. Di fronte a una crisi, il problema non è di marketing, non è il simbolo”. E sul congresso del Partito Democratico, l’ex presidente del Consiglio ha sottolineato: “Non abbiamo paura di litigare. Va bene discutere e il congresso serve a incanalare questa discussione e a dare uno sbocco democratico. Certo, mi risparmierei la riedizione di una discussione come quella fatta tanti anni fa sulla Terza via, Tony Blair, l’Ulivo…”.

Immediata la replica di Calenda: “Non ho proposto di cambiare semplicemente nome al Pd, sarebbe operazione cosmetica, ma di fondare un partito progressista più ampio, non paralizzato dalle correnti e dai rancori, e aperto alla partecipazione di persone nuove che rappresentano parti della società”.