Pd/ Solo 600 mila tesserati. Iscrizioni nettamente inferiori all’obiettivo di un milione, la somma di Margherita e Ds era superiore

Pubblicato il 21 Luglio 2009 11:28 | Ultimo aggiornamento: 21 Luglio 2009 11:28

RO170709POL_0018Difficilmente si supererà quota 600.000 iscritti. Il tesseramento al Partito Democratico, che si è chiuso oggi, nonostante la richiesta di Ignazio Marino di prolungarlo fino al 31 luglio, ha fatto registrare un’affluenza decisamente inferiore alle attese. L’obiettivo dichiarato era quello di raggiungere un milione di tesserati. Bazzecole, si pensava, dopo che solo due anni fa ben 3 milioni di elettori avevano votato per le primarie.

I fondatori del Pd sono ben lontani dalla somma dei tesserati di Ds e Margherita, che il milione almeno lo sfioravano. Le cause di questo calo di popolarità possono essere molteplici: la sconfitta alle politiche, i passaggi negativi in Abruzzo e Sardegna, le dimissioni choc di Veltroni e i 4 milioni di voti persi alle Europee. «Quando si esalta il partito senza tessere, questo è il risultato», l’amaro commento di Pierluigi Bersani.