Pdl: “Governo solo se… no aumento tasse e soluzione giustizia-Berlusconi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2013 21:50 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2013 21:51
Pdl: "Governo solo se... no aumento tasse e soluzione giustizia-Berlusconi"

Pdl: “Governo solo se… no aumento tasse e soluzione giustizia-Berlusconi” (nella foto Lapresse, Angelino Alfano e Enrico Letta)

ROMA – Il Pdl non ci sta a passare per quello che sfascia il governo. Angelino Alfano in Cdm è categorico: “Non stiamo al governo se si aumentano le tasse” e “bisogna inserire la giustizia dentro il chiarimento”. Tradotto: sospeso il decreto che farebbe slittare l’aumento dell’Iva al 22% da gennaio (con aumento però del prezzo del carburante). Tradotto: se non risolviamo la questione di Berlusconi non si va avanti.

Ecco le parole di Alfano in Consiglio dei Ministri:

“Il governo l’ha voluto il Pdl e il Pdl non si fa scaricare le responsabilità di un’eventuale crisi”.

“Non vogliamo chiarimenti che servono per tirare a campare. Il governo va avanti se centra gli obiettivi. Occorre mettere la giustizia dentro il chiarimento. Senza questo sarebbe ipocrita”.

“Niente ipocrisie: non potremmo stare al governo se si aumentassero le tasse e non si tagliassero le spese”.

A rafforzare la linea del Pdl, in simultanea, anche Renato Schifani (capogruppo al Senato), che era in tv e ha scaricato le colpe sul Pd:

“Vedo tanto nervosismo nel Pd. Si stanno violando prassi e regole. E’ chiaro che una grossa fetta del Pd vuole andare al voto. Se si va al voto ci si va costretti dal Pd che sta eliminando qualunque agibilità politica nella maggioranza”.