Pdl, Renata Polverini: se vince Alfano ce ne andiamo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 ottobre 2013 9:17 | Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2013 9:17
Renata Polverini (foto LaPresse)

Renata Polverini (foto LaPresse)

ROMA – Pronta a fare le valigie dal Pdl se dovesse prevalere la linea del segretario Angelino Alfano. E’ la minaccia dell’ex governatore del Lazio Renata Polverini che in un’intervista al Messaggero spiega: ”Oggi siamo tutti convinti che ci sarà l’impegno di Berlusconi per tenerci uniti. Ma le condizioni che ha appena posto Quagliariello per noi sono inaccettabili. Lui vuole un partito fatto dagli alfaniani e che lasci fuori tutti gli altri. Se così sarà, ne trarremo le conseguenze”.

L’ex governatrice del Lazio sta ”con la linea indicata da Fitto”:

“E’ arrivato il momento nel quale serve fare un congresso, che rimetta al centro i valori e le idee in cui il centrodestra si è impegnato per vent’anni. Il problema è che Alfano, di fatto, sta creando un centro che rischia di essere subalterno alla sinistra”.

Il partito che ha in mente Polverini non è quello in cui ”c’è chi sta consentendo a Epifani e a Cuperlo di crearsi l’avversario più comodo da battere alle elezioni e ha consentito a Letta di liquidare con una battuta arrogante vent’anni di valori e di battaglie. Io difendo Berlusconi e questi vent’anni della nostra storia”.

La deputata fa fatica a sentirsi rappresentata dai ministri Pdl:

”Non riusciamo a capire se loro fanno ancora parte di un partito alternativo alla sinistra. Mi piacerebbe capire, tra l’altro, se siano ancora per il bipolarismo e per il presidenzialismo. E sulla riforma della giustizia non ho capito se intendano portare avanti la battaglia, che appartiene al nostro Dna e ce la chiede anche l’Europa, sulla responsabilità civile dei magistrati”. ”C’è bisogno di un impegno più profondo di tutti sull’agenda di governo. Abbiamo dato la fiducia e continuiamo a dargliela, ma mi dà fastidio vedere Letta quasi disturbato dal fatto che tutto il Pdl abbia deciso di sostenerlo”.