Esodati salvaguardati: esonerati dal servizio, in congedo per figli disabili…

Pubblicato il 17 settembre 2012 12:24 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2012 12:25

ROMA – Lavoratori in esonero dal servizio, oppure che hanno usufruito del congedo per figli disabili gravi, di accordi individuali o collettivi. In una parola gli “esodati salvaguardati” devono mandare la domanda entro il 21 novembre per rientrare nel bacino dei 65mila lavoratori previsti dal decreto interministeriale e che possono così avere la pensione garantita.

E’ infatti già in corso una prima operazione per individuare i beneficiari che possono avere la pensione secondo le vecchie regole ed uscire così dal purgatorio degli esodati. Tra questi 65mila, una parte deve mandare la domanda entro il 21 novembre alle direzioni territoriali del lavoro. E si tratta di lavoratori esonerati dal servizio, congedo per figli disabili gravi, lavoratori con accordi individuali e accordi collettivi.

C’è poi una parte di questi 65mila che riceverà una lettera dall’Inps. Si tratta di lavoratori in mobilità ordinaria, in mobilità lunga, titolari di prestazione straordinaria e prosecutori volontari. Restano fuori altri 55mila lavoratori: per loro l’operazione individuale aspetta ancora il decreto apposito.