Piemonte. Anche Berlusconi scende in campo per difendere Cota

Pubblicato il 16 luglio 2010 21:59 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2010 22:26

Per difendere il governatore leghista del Piemonte, Roberto Cota, all’indomani dell’inattesa sentenza del Tar che porterà al riconteggio di circa 15 mila schede, è sceso in campo anche il premier Silvio Berlusconi. ”L’attacco a Roberto Cota – ha detto – dimostra che il governatore del Piemonte sta lavorando bene, è persona onesta e impegnata per il bene della Regione. Evidentemente a qualcuno va di traverso che abbia vinto le elezioni regionali”.

Berlusconi ha definito la sentenza del Tar ”un provvedimento ingiustificato che potrebbe provocare anche un’instabilità di governo”. ”Siamo certi – ha aggiunto – che il presidente Cota e l’alleanza di governo che lo ha portato alla vittoria hanno l’affetto e il sostegno di tutti i piemontesi”. Sulla stessa linea il leader della Lega Nord. ”Con questa manovra – secondo Umberto Bossi – vogliono rimettere in sella la Bresso. Un tentativo che ha dell’incredibile”.