Piemonte, consigliere Lupi si pente: “Cambieremo le regole. Festa? Sono astemio”

Pubblicato il 30 settembre 2012 9:26 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2012 9:27

TORINO – Ha presenziato ad alcuni appuntamenti di ”Voci dei Luoghi”, la rassegna teatrale itinerante promossa dalla Regione Piemonte per celebrare la Resistenza. E ha partecipato a una mostra a Borgonatto Alessandrino (Alessandria). Per queste ed altre attività, per le quali ha dichiarato di aver percorso 2.848 km in 31 giorni, Maurizio Lupi, il consigliere regionale del Piemonte della lista ”Verdi Verdi – Ambientalista per Cota”, al secondo posto della lista dei maggiori rimborsi erogati dall’Assemblea piemontese, ha ottenuto circa 3.500 euro, ma ora, pur dicendo di ”non essere pentito”, ha palesemente cambiato idea al punto che – annuncia, interpellato dall’Ansa – la prossima settimana, voterà a favore della legge regionale per l’abolizione dell’istituto delle autocertificazioni. ”E’ ora di cambiare – spiega Lupi – E’ una questione di sensibilità. I tempi sono cambiati e forse è bene che i costi di questo lavoro non siano più a carico della Regione, ma dei singoli consiglieri. Dobbiamo essere in sintonia con le tendenze generali. E’ nostro dovere”.

Sul suo sito Facebook, nel 2010 Lupi ha pubblicato alcune fotografie che lo ritraggono insieme a Lele Mora, a veline e starlette, Lupi dice che non si aspettava questa risonanza. ”Si trattava – dice – di una festa in un locale organizzata non da me o dal mio partito. Di certo non sono stati usati i fondi del gruppo consiliare. Era stata una serata divertente, estemporanea. Io non faccio vita notturna. E sono praticamente astemio”.

Le feste? “No, era attività politica”. E la foto con la finta Marylin? “Era una conferenza stampa”. Spiega ancora Maurizio Lupi che sceglie una linea low profile per giustificarsi di quella lunga lista di rimborsi che lo ha fatto considerare al primo posto della classifica dei più indennizzati. “Ma no, ma no, sono stati pubblicati dati imprecisi”, dice con un tono amabile e comprensivo, “capisco che ci sono cose non del tutto chiare, ma c’è un po’ di esagerazione in giro”. Tra le esagerazioni, però, c’è chi ha considerato anche la sua presenza in una festa del 2010. Certificata da quegli scatti: a fianco prima della Marilyn taroccata e poi di due avvenenti ragazze, una delle quali sarebbe diventata la celebre “pentita del Bunga Bunga”, Ambra Battilana.

“Era un incontro con i giornalisti, nel quale si parlava delle difficoltà che sta vivendo il movimento ambientalista in questo momento di crisi nel trovare ascolto, di fronte a problemi che sembrano più urgenti come il lavoro”. E Marylin? “Lei è molto impegnata su questo fronte negli Stati Uniti. Quei giorni era in Italia per girare il film con Leonardo Pieraccioni, così è venuta a raccontarci come negli Usa, invece, ci sia una tendenza crescente negli investimenti in questo settore. Era molto più ottimista di me”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other