Polizia, assunzioni rinviate. Lo scrive il Corriere della Sera, Salvini smentisce

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 ottobre 2018 16:32 | Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2018 16:32
Salvini smentisce viminale

Il post in cui Salvini smentisce l’articolo del Corriere della Sera

ROMA – “Nessuna questura, e quindi nessuna città, perderà anche un solo agente. Accadrà esattamente il contrario”. A dirlo è il ministro dell’Interno Matteo Salvini in riferimento ad un articolo del ‘Corriere della Sera’ in cui si parla di un piano del Viminale per una riorganizzazione delle questure e di un rinvio delle assunzioni nelle forze di polizia.

“Abbiamo confermato gli arrivi di nuovo personale delle forze dell’ordine – aggiunge – e abbiamo chiesto formalmente, ottenendo rassicurazioni, lo stanziamento di circa 400 milioni nella legge di stabilità per assumere nuove forze dell’ordine (tra cui civili e vigili del fuoco): saranno operative nei prossimi mesi”.

L’obiettivo, secondo Salvini, è avere 1.500 vigili del fuoco, 6.150 unità delle forze dell’ordine e 770 tra personale civile, dirigenti amministrativi e personale per la carriera prefettizia in più. “Non solo – conclude il titolare del Viminale – Confrontandoci con i sindacati di categoria e i vertici della Polizia abbiamo deciso di stoppare la sforbiciata agli uffici della polizia ferroviaria, postale e stradale. Sforbiciata che abbiamo ereditato dai governi precedenti”.