Politica Italia

Popolo italiano presenta 100 leggi. Solo una diventa legge davvero

Popolo italiano presenta 100 leggi. Solo una diventa legge davvero

Popolo italiano presenta 100 leggi. Solo una diventa legge davvero

ROMA – Popolo presenta 100 leggi. Ma il Parlamento è sordo e solo una diventa legge davvero. Alla faccia della Costituzione che scrive a chiare lettere come l’iniziativa leglislativa spetti, tra gli altri, anche al popolo. Ma, almeno negli ultimi anni, tutto questo è rimasto lettera morta. O quasi.

I conti li ha fatti per il Sole 24 Ore Marta Paris. E sono conti che non tornano: nelle ultime 4 legislature, ovvero dal 2001, delle 100 proposte popolari una sola ha raggiunto l’agognata pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Tutto a dispetto di una serie ben più nutrita di idee:

“A oggi complessivamente sono stati 109 i progetti di legge di iniziativa popolare presentati nei due rami del Parlamento: 34 nella XIV, 20 nella XV (durata solo due anni), 27 nella XVI, e sono già 28 quelle presentate in questo primo anno di legislatura in corso”

L’unica eccezione, datata 2012, è stata la prima riforma del finanziamento pubblico ai partiti. Mentre per 78 iniziative su 109 l’esame non è neppure iniziato. Poco meglio è andata ad altre proposte, quasi tutte arenate tra le secche delle Commissioni parlamentari. E visto che per proporre una legge occorrono 50mila firme autentiche il tutto appare di una sciatteria intollerabile.

Di proposte popolari ce ne sono di tutti i tipi: si va da leggi in materia di prostituzione fino a quelle che propongono limiti agli stipendi dei top manager. In mezzo leggi sul gioco d’azzardo, sulla scuola e persino sul ritorno (in altre vesti) di quella scala mobile abolita  per referendum nel 1985.

 

To Top