Prescrizione, Matteo Renzi: “Bonafede fermati. Senza di noi al Senato non ci sono i numeri”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Febbraio 2020 13:16 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2020 13:16
Matteo Renzi, Ansa

Prescrizione, Matteo Renzi: “Bonafede fermati. Senza di noi al Senato non ci sono i numeri” (foto Ansa)

ROMA – Italia viva è pronta a votare in Parlamento il ddl Costa se sulla prescrizione non venisse prima approvato il lodo Annibali nel Milleproroghe. Lo ha detto Matteo Renzi all’Assemblea nazionale di Italia Viva. “Se qualcuno pensa che per lo status quo del governo rinunciamo a secoli di civiltà giuridica, si sbaglia”.

Renzi ha poi annunciato che il 27 febbraio tutti i parlamentari di Italia Viva apriranno “la campagna per una giustizia giusta nel ricordo di Enzo Tortora e Marco Pannella, con un impegno: se qualcuno pensasse che in nome del mantenimento dello status quo del governo noi veniamo meno ai principi di civiltà giuridica, quel qualcuno ha sbagliato. A Bonafede dico: fermati finché sei in tempo, perché noi votiamo contro la follia che avete fatto. Fermatevi finché siete in tempo: patti chiari, amicizia lunga. E non avete i numeri senza di noi al Senato e forse alla Camera. Io voto la civiltà non voto la barbarie. Annibali vi ha anche offerto un comodo stratagemma”.

Capitolo 80 euro.

“Non ce ne frega niente di avere ragione: che avessimo ragione è un dato di fatto, sono arrivati anche gli amici della Cgil a dire che gli 80 euro andavano bene, benvenuti. Ho scambiato con Landini dei messaggini: quando abbiamo dato gli 80 euro siete scesi in piazza, ora ne danno 20 e va bene. Landini ha risposto ‘ma ci hanno coinvolto’. Davvero? Italia viva non è nata per avere ragione ma per dare futuro”.

Fonte: Ansa.